giovedì 12 gennaio 2012

La mente crea attraverso l'intenzione e la focalizzazione dell'attenzione

Come ho illustrato nel post precedente, la filosofia ermetica asserisce che l'Universo è permeato di un'energia invincibile volta verso la creazione. Noi possiamo utilizzare quest'energia per cambiare fatti, eventi, persone, in breve la nostra realtà.
Basta focalizzare l'attenzione: in quel momento stiamo muovendo l'energia Universale con forza creatrice, almeno per quanto la nostra realtà.
Partendo da una precisa intenzione, focalizzando l'attenzione con carica emozionale... tutto è possibile.

Questa impostazione non è risultata prevalente nella storia dell’Occidente, dove la filosofia predominante è quella che individua come reale la realtà esterna materiale. La realtà esterna - secondo questo pensiero - è oggettiva e la sua  esistenza non dipende da niente e da nessuno.

Nella storia dell'umanità il concetto che l'intenzione focalizzata crea la realtà è stata ribadita numerose volte, ma è rimasta confinata in circoli esclusivi, in elite di persone potenti e rivolta ai cosiddetti 'iniziati'.

Dobbiamo al New Thought - movimento culturale statunitense degli inizi del '900 - la sua diffusione presso il vasto pubblico. Mirabile il lavoro di Joseph Murphy e di Neville Goddard.

 Più recentemente - agli inizi del XXI secolo - grazie all'opera di Rhonda Byrne, "The Secret" il concetto che creiamo la realtà col pensiero è stato reso noto a moltitudini di persone, grazie al marketing di massa.


Nessun commento :

Posta un commento