sabato 4 febbraio 2012

Le energie negative e il clima mentale

Come esiste il clima metereologico esiste un clima mentale. Tutti noi infatti emettiamo energia che si irradia nel mondo intorno a noi. Vi è mai capitato di enrare in una stanza piena di persone e avvertire una sensazione di un luogo accogliente, la sensazione a tutti nota di 'sentirsi a casa'? Oppure una sensazione di difficoltà, se non di aperta ostilità?

Non si tratta di suggestione, ma di vere e proprie energie che avvertiamo in maniera intuitiva. Provate quest'esperimento: fissate una persona che sta guardano tutt'altro o è girata di spalle. Dopo qualche attimo la persona si sentirà osservata, non in modo cosciente, ma come fortissima sensazione. E si girerà di scatto verso di voi!

Quand'ero all'Università lavoravo al laboratorio con una collega, fra l'altro molto religiosa (cattolica). Era una ragazza che aveva una forte personalità negativa, livida e rancorosa. Un atteggiamento che aveva verso tutti. Era il suo modo di approcciarsi al mondo. Il clima nel laboratorio era molto pesante, si veniva criticati per un nonnulla, le cose andavano puntualmente storte, c'era tensione. Andavo al laboratorio sempre controvoglia.

Poi accadde che per una settimana dovette assentarsi. Andava a Loudes con la parrocchia. In quei pochi giorni il clima in laboratorio cambiò. Fu come se l'inverno fosse finito e fosse arrivata la primavera. Le persone erano più rilassate, si stava meglio, si scherzava e si sorrideva e le cose andavano sensibilmente meglio. Nessuno di noi (nemmeno io) collegò questo cambiamento con l'assenza 'mentale' di questa collega.

Oggi mi rendo conto che quella ragazza assorbiva tutte le nostre energie, era una vera 'vampira energetica'.

State lontani da queste persone e la qualità della vostra vita migliorerà.

La ragazza rimase nel laboratorio a lavorare anche post lauream. Io me ne andai a gambe levate non appena mi laureai. E non rimpiango quella scelta.

Nessun commento :

Posta un commento