sabato 4 febbraio 2012

Osho, il Maestro della Consapevolezza

Ogni volta che leggo Osho mi si apre una nuova prospettiva. Qualcosa che avevo notato inconsciamente, ma che non affiorava al livello cosciente, mi diviene chiara. Osho è un grande Maestro. Uno che indica la strada per l'illuminazione, per la piena e duratura felicità.

Contrariamente ad altri, Osho Rajneesh non ha nulla da insegnare... il Maestro ti indica la strada, ma sei tu che deve percorrerla, sei tu che devi iniziare ad assumerti le tue responsabilità.

Tutta la cultura e tutta la filosofia non valgono un fiore che sboccia. Il sapere che si impara nelle scuole è una zavorra, 'pattume' lo chiama Osho. L'erudizione ottunde lo spirito e ci impedisce di comprendere la vera essenza della realtà. Occorre - sottolinea il Maestro - disimparare.

Lo strumento è la Consapevolezza, essere attenti in ogni istante a ciò che si pensa, a ciò che si dice, a ciò che si fa e a ciò che accade. E' necessario diventare cioè Testimone. Solo con il cuore, entrando quindi in uno stato di non-mente, si può arrivare a comprendere la realtà.

Meditare aiuta a entrare in uno stato di non-mente. La tirannica Mente ci obbliga all'inconsapevolezza. E' necessario farla fuori, bypassarla, per arrivare a Vero.
La realtà non è duale (amore-odio, freddo-caldo, maschio-femmina ecc.), lo stato di illuminazione è arrivare a trascendere la dualità per comprendere di essere una parte del Tutto. E a quel punto nulla importa più, le faccende umane perdono significato. E l'anima danza con tutto l'Universo, ricolma d'amore, poichè l'amore è la sostanza del Tutto. E' uno stato di felicità duratura, che pochi esseri umani sono riusciti a raggiungere.

Religione è una parola che per Osho significa esperienza del Divino, esperienza in prima persona, ricerca del Vero. Le religioni istituzionali (Cristianesimo, Giainismo, Induismo, Islam, Giudaismo ecc.) non conducono l'essere umano verso la liberazione dall'Illusione (maya) e l'esperienza del Tutto, bensì lo relegano in uno stato di schiavitù, indotto utilizzando la leva del ricatto morale e della paura.

Non smetterò di leggerei numerosi libri di Osho pubblicati da diverse case editrici. Ogni tanto sento il bisogno della sua mano che indica la Strada.
Osho non voleva discepoli, perchè non era un Maestro come gli altri.

2 commenti :

  1. OSHO'S WORD - un video che ti scuote l'anima

    https://youtu.be/_UgSdktjebY

    RispondiElimina
  2. OSHO'S WORD - un video che ti scuote l'anima

    https://youtu.be/_UgSdktjebY

    RispondiElimina