sabato 31 marzo 2012

I Trucchi della Mente del Mentalista Materialista

libro aperto per recensione "il mentalista"
Ho appena finito la lettura dell'interessantissimo libro "Il Mentalista", traduzione del britannico "Tricks of The Mind" di Derren Brown.
L'autore del libro è un personaggio televisivo in Gran Bretagna, un po' come da noi potrebbe essere (stato) Giucas Casella.
Con questo libro si propone di comunicarci i trucchi mentali che utilizza nel suo lavoro e che sono un po' la sua passione. Un piglio originale e intelligente che mi è piaciuto parecchio.
Anch'io mi interesso da anni di queste questioni, eccezion fatta per la prestidigitazine, per la quale non provo alcun interesse.
Dopo un capitolo su come realizzare un gioco di prestigio con le carte, Derren Brown spiega diverse tecniche utili per ricordare lunghi elenchi di cose non relazionate fra loro, sequenze di numeri ecc.
Passa poi all'ipnosi che spiega con impareggiabile chiarezza. Qui c'è già un primo campanello d'allarme: Derren si arrampica un po' sugli specchi per ribadire che la trance non esiste. Che si tratta di uno stato mentale normalissimo. Puntualizzare questo punto non mi sembrava così importante, ma lui insiste, senza riuscire peraltro a convincermi.
Il capitolo sulla PNL (programmazione neuro linguistica) è poi molto affascinante. L'autore si rende conto della potenza dei modelli e delle tecniche della PNL, ma cerca di sottolinearne la non provata scientificità. Cosa ben poco rilevante, stante il fatto che la PNL funziona.
Meno interessante la parte che si occupa di come scoprire le bugie, ma comunque apprezzabile per il rigore delle argomentazioni esposte.
L'ultima parte però Derren Brown la dedica al problema della confutazione di tutto ciò che non è provato scientificamente, rivelando cecità e un'ostinazione degna di miglior causa.
Accusa i sostenitori della New Age di portare solo prove a favore della veridicità delle loro convinzioni. Poi però fa esattamente la stessa cosa: porta prove solo a favore del suo scetticismo scientista.
La Scienza è una gran cosa, uno strumento importantissimo, ma non è la chiave per capire Tutto Cio' Che E'. Ci sono piani in cui la Scienza nemmeno s'avventura, nè sarebbe quello il suo scopo.
Con una certa dose di fanatismo materialista Brown cerca di minimizzare l'apporto dell'effetto placebo e arriva a negare l'influenza che la mente ha sul corpo e sul sistema immunitario.
Fa cioè quello che fanno molti accademici: cio' che non riescono a far rientrare nel paradigma scientifico, lo ignorano o fanno finta che non ci sia.
Peccato: Derren Brown non pare avere quell'apertura mentale che lui chiede ai seguaci della New Age. Per il resto è un libro interessante e degno di esser letto.

Ben altro atteggiamento è quello di Lior Suchard, un mentalista aperto e positivo.

Nessun commento :

Posta un commento