sabato 28 luglio 2012

Percorso di crescita personale ed evoluzione spirituale. I Miei Maestri.

C'è sempre qualcosa o qualcuno che ti porta sul sentiero dello Spirito.

A volte è un'esperienza mistica improvvisa. Molte persone si trovano spiazzati da un'esperienza fuori dal comune ma la cui realtà è incontestabile. Preveggenza, chiaroveggenza, telepatia, psicometria, obe (esperienze fuori dal corpo), sogni lucidi ecc.

Io ho continue esperienze telepatiche. Ho anche avuto esperienza della psicometria: avevo in mano una cartolina postale e ho avuto all'improvviso una visione nitida e dettagliata di chi me la mandava nel posto da cui me la mandava.
Ho poi appurato che la scena corrispondeva fin nei minimi dettagli.

Ma spesso a portarti verso l'esperienza spirituale sono dei Maestri, che via via ti illuminano la strada.

Quando l'allievo è pronto compare il maestro, recita un detto buddista. E non è un caso, il caso non esiste.

Nella mia esperienza i maestri che hanno tracciato la mia strada sono stati:

  • Giucas Casella: in una puntata di "Domenica in" degli anni 80 aveva ipnotizzato le persone a casa e molti erano rimasti con le dita intrecciate anche dopo la fine della trasmissione. Addirittura il TG1 dovette trasmetter un filmato dove il mago dava l'ordine di sciogliere le dita. Capii che non tutto era lineare, razionale e spiegabile con la scienza.
  • Richard Bandler e John Grinder: negli anni 90 scoprii la PNL (Programmazione Neuro Linguistica).  La realtà che diamo per oggettiva è tutt'altro che oggettiva: ognuno si muove nel mondo attraverso la sua personale mappa.
  • Osho: nel 2004 la lettura di Osho mi aprì alla vera religione, dove religione non è un atto di fede, l'accettazione di un racconto fatto da altri, ma l'esperienza diretta e personalissima di Tutto Cio' che E'. Una bella picconata alle credenze che mi avevano inculcato senza che neanche me ne rendessi conto.
  • Rhonda Byrne: nel 2006 mi ha fatto scoprire che la realtà la creiamo noi con i nostri pensieri. Una rivoluzione.
  • Vianna Stibal: una visione esoterica molto difficile da digerire, ma accettandola ti permette di aprire ulteriormente i tuoi orizzonti.
  • Seth: nel 2007 con Seth inizia per me una rivoluzione copernicana. Dopo avere incontrato Seth sai che niente di quello in cui hai creduto è come pensavi. Le cose stanno in un altro modo. E meno male...
  • Barbel Mohr: nel 2010 la lettura di un libro che ha il dono di far diventare semplice il processo di creazione della propria realtà.
  • Napoleon Hill, Og Mandino, Neville Goddard, Robert Collier, Joseph Murphy e altri maestri del New Thought: la liberazione della mente dai residui ma persistenti condizionamenti.

Sono infinitamente grato a tutti loro. E ad altri che non ho citato per brevità.

Nessun commento :

Posta un commento