lunedì 15 aprile 2013

La Regola d'Oro come regola fondamentale della nostra vita

Vi do un comandamento nuovo:
che vi amiate gli uni gli altri; come io vi ho amato.
Gesù
(Gv 13,34)


Chi si muove nella vita di tutti i giorni con un atteggiamento spirituale si rende conto che il mondo che lo circonda è uno specchio della sua realtà interiore.

Una storiella famosa dice che un viaggiatore si ferma alle porte di una città e chiede a un vecchio "Come sono le persone qui e come è questa città?". Costui gli chiede "Com'erano le persone nella città da cui provieni?".
"Ah... gente terribile, avida, invidiosa, una città orrenda". Il vecchio annuisce e mestamente risponde "Purtoppo anche qui le persone sono avide, invidiose, pericolose... è una città tremenda".
Dopo un po' arriva un altro viaggiatore e pone la stessa domanda al vecchio. Anche stavolta il saggio anziano gli chiede della città da cui proviene. Il secondo viaggiatore dice: "Persone amorevoli, pacifiche, generose, una comunità magnifica". Il vecchio si rallegra e risponde: "Oh! anche qui le persone sono meravigliose, buone, pacifiche, amorevoli... sei capitato nella città giusta."

"Quello che semini raccogli", recita la saggezza popolare. In negativo si dice: 'Chi semina vento raccoglie tempesta', con una connotazione positiva: 'Gente allegra, Dio l'aiuta'.

Amore - la sostanza della Regola d'Oro


Nel Vangelo Gesu dice 'Chi di spada ferisce, di spada perisce' (Gv. 18,13). Ma in generale tutte le tradizioni spirituali e tutte le religioni prevedono questo concetto, a riprova del fatto che si tratta di una verità Universale.

Nel percorso verso la felicità è naturale adottare un atteggiamento di amore verso noi stessi e verso gli altri.

Ciò che facciamo agli altri immancabilmente verrà fatto a noi.

Ciò che dài ti ritorna.

Si parta di Regola d'Oro: tratta gli altri come vorresti che gli altri ti trattassero.
Per corollario si enuncia anche una Regola d'Argento, in negativo: non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te.

Come ci si deve comportare allora con le persone scorrette? Farsi forza, non reagire d'impulso e adottare ugualmente un atteggiamento amorevole e comprensivo. Il risultato della Regola d'Oro non tarderà a farsi vivo.

Nessun commento :

Posta un commento