sabato 28 settembre 2013

La vita continua dopo la morte fisica

L'aldilà si presenta come una Luce in fondo a un Tunnel
Luce in fondo al Tunnel
La morte è solo un passaggio


Scrivendo quest'articolo sono particolarmente emozionato. Penso a tutte le Anime che si sono manifestate presso i vivi e hanno chiesto a gran voce che fosse diffusa la notizia: NESSUNO MAI MUORE


Con questo scritto cerco di dare il mio piccolo contributo. 

La morte è solo un passaggio dalla vita nel mondo fisico (illusoria) alla vita in un'altra dimensione (quella vera), da cui proveniamo a alla quale siamo destinati a tornare.

La vita nell'altra dimensione è percepita dai 'trapassati' come infinitamente gioiosa e piena d'amore
Le anime che vi si ritrovano ottengono la realizzazione di quello che vogliono solo formulando il relativo pensiero; sono pervase da grande amore per Tutto Ciò che E' e da una grande solidarietà per tutti gli esseri viventi (inteso come ancora nella realtà fisica). 
Le anime comunicano fra loro in maniera immediata e telepatica, senza passare per la verbalizzazione dei pensieri, come invece dobbiamo fare noi sulla Terra.

Coloro che in vita erano cattolici parlano di Dio, dell'Amore di Dio, del Signore e parlano anche di altre figure del credo cristiano, come la Madonna e gli Arcangeli. 
Altri - in vita laici o addirittura atei - parlano della Grande Luce che pervade tutto d'Amore.

Le anime dei 'trapassati' dichiarano inoltre di seguire da vicino la vita delle persone care ancora vive. Spesso sono al corrente di dati di fatto e di situazioni che in quel momento ancora non sono noti, nemmeno agli interessati. 
Hanno cioè una visione della realtà più ampia della nostra, anche se non possono prevedere il futuro. In qualche caso - in verità - riescono a predire avvenimenti che nella realtà fisica non si sono ancora verificati. 

La letteratura su quest'argomento è sterminata, ma è quasi stampa clandestina, dal momento che il Pensiero Unico dominante - positivista e materialista - tende a ridicolizzare queste manifestazioni, quando non le combatte apertamente.

Per limitarci a esperienze italiane basta dare un'occhiata alla collana 'Medianità' della casa editrice Hermes. Debbo citare anche un libro che anni fa ebbe un grande successo: "Esiste l'Aldilà" di Lino Sardos Albertini.

Molti genitori che hanno perduto un/a figlio/a - straziati dal dolore - arrivano a coronare il loro desiderio di avere dei messaggi dagli scomparsi. Si rivolgono a persone che hanno sviluppato una dote non comune, quella di riuscire a mettersi in contatto con l'altra dimensione. 
 Queste persone - chiamate medium - cadono in uno stato di coscienza alterato (trance) e riescono così a oltrepassare i rigidi confini della realtà fisica e sintonizzarsi con realtà di altre dimensioni, che vibrano con una diversa frequenza. I medium utilizzano diverse tecniche (metafonia, scrittura automatica, tavola ouja ecc.)  per veicolare i messaggi dei trapassati.

Occorre anche ricordare che molti 'trapassati' cospargono di segni e "coincidenze" strane la vita dei loro cari superstiti. Basta essere consapevoli e quei segni appariranno nel loro significato inequivocabile. 

Tornerò presto con altri post su quest'argomento.

1 commento :

  1. sono sempre stato convinto che la morte sia solo un passaggio. ma non per convinzione, più che altro perchè spesso ho vissuto esperienze di contatto. sono quindi certo che la vita continui, nessuno mi ha detto come, ma sicuramente c'è un proseguo....... altrimenti come farei a vedere e sentire determinate cose ? non sono matto

    RispondiElimina