giovedì 7 novembre 2013

Criticoni, Lamentosi & Pessimisti

Perché evitare accuratametne questi soggetti


Criticoni

E' una categoria di persone che tutti conosciamo. Non gli va bene nessuno. A tutti trovano difetti... ma loro non fanno mai autocritica.
Mi è capitato di guardare la tv con una persona con queste caratteristiche... per tutto il tempo ha criticato e attaccato tutte le persone che apparivano sullo schermo, non foss'altro per il loro modo di vestire o per il loro aspetto fisico.
Stare accanto a una persona del genere è estremamente faticoso: dopo un po' ti senti esausto.
Questa persona è risucita a vampirizzare la mia energia.

Ma perchè si comportano così?

Di base sono persone poco spirituali: altrimenti cercherebbero di comprendere e accettare gli altri. Se fossero spirituali non soffrirebbero di un'autostima così bassa; è il motivo per cui cercano sempre di denigrare gli altri: per avere un po' di sollievo e sentirsi meglio, più importanti.

Che occorre fare con loro?

Il rimedio principe è cercare di evitarli per quanto è possibile.

Lamentosi

Sono dovunque. Quasi tutti sono più o meno afflitti da questo odioso vizio. Talvolta ci caschiamo pure noi, che invece avremmo la consapevolezza per evitare di brontolare. 

Ma perchè si comportano così?

Lamentarsi è indice di un atteggiamento mentale per cui siamo sempre vittime inermi delle circostanze. Un'impostazione spirituale impone che ci assumiamo sempre la responsabilità di quanto ci accade. 

Dare la colpa agli altri, alle circostanze, al governo o a qualsiasi entità esterna è semplicemente sbagliato

L'unico prodotto delle lamentele è uno stato d'animo da vittima che di per sè attrarrà altre problematiche che peggioreranno ulteriormente le cose. 

Che occorre fare con loro?

Brontoloni e lamentosi andrebbero evitati, in quanto succhiano energia vitale e ci lasciano esausti. State un'intera giornata con uno che si lamenta continuamente e alla fine vi sentirete svuotati e infelici: avrete voglia di scappare lontano!!

Pessimisti

Siamo letteralmente circondati dai pessimisti. Sono coloro che credono che tutto andrà male, che non c'é più speranza, che le cose non possono che peggiorare. Anche persone simpatiche e di buona volontà fanno discorsi disperati, senza alcun spiraglio per la speranza.

Non riesco a contare le volte che ho parlato con persone giovani del sud: dicevano che c'è la crisi, non c'è lavoro, senza raccomandazione non si puo' arrivare a niente, ecc. ecc.
Dopo aver parlato con loro, restavo sempre senza parole e con l'amaro in bocca... ma non mi convincevano mai del tutto.

Ma perchè si comportano così?

Se non hai risorse spirituali ti imbevi di queste convinzioni che infiltrano il modo pensare di moltitudini di persone. E' come una peste sottile che attecchisce anche nelle menti di persone intelligenti e positive. E alla fine questo pensiero malato crea risultati reali e sei pure costretto a dar loro ragione.

Che occorre fare con loro?

I pessimisti sono da evitare. Dopo che ci accorgiamo che la persona davanti a noi adotta questi schemi mentali, occorre smettere di argomentare e non dar loro spago. Non è solo inutile: è dannoso, in quanto pensieri e convinzioni pestilenziali rischiano di attecchire anche nella nostra mente subconscia.

Conclusione

I criticoni, i lamentosi e i pessimisti sono persone che ancora non hanno consapevolezza della loro parte divina e dei loro enormi poteri.
Molto spesso una sola persona presenta tutt'e tre i tratti negativi di cui stiamo parlando. Ne ho incontrati di soggetti del genere... anzi ho avuto la ventura di lavorarci gomito a gomito.
Sono persone che ci sottraggono energia e potere, per cui dovremmo tenerci alla larga da loro.
Non possiamo pensare di spiegare loro a parole come stanno le cose, sarebbe fatica inutile; ma quando pensiamo a loro dovremmo mandare loro amore e comprensione. Prima o poi troveranno la loro strada.

Nessun commento :

Posta un commento