martedì 25 marzo 2014

Manifestazione: l'atteggiamento e il sogno

le convinzioni producono manifestazionePer far accadere la magia nella tua vita è sicuramente valido il consiglio di eliminare i pensieri negativi, il pessimismo, le aspettative sfavorevoli e le analisi della realtà limitanti.
Una propensione generalizzata all'ottimismo è l'atteggiamento giusto per attirare situazioni favorevoli e condizioni di vita desiderabili.
Può sembrare difficile abbandonare l'abitudine di pensare male, se per tutta la vita siamo stati allenati considerare i pensieri negativi maggiormente adatti a descrivere la realtà.
Come ho appena detto, però, si tratta solo di un'abitudine, una pessima abitudine. E come tutte le abitudini può essere abbandonata, come del resto può essere soppiantata da un'altra abitudine, opposta, di formulare solo i pensieri ottimistici, considerandoli più adatti a descrivere la realtà.
Infatti la realtà in sé non è né buona né cattiva, dal momento che siamo noi - proprio col nostro atteggiamento (e quindi con i pensieri che ne conseguono) – a renderla buona o cattiva.

Per diventare autori della magia, cioè per ottenere esattamente quello che desideriamo accada, occorre fare un passo ulteriore. Dobbiamo cioè allineare la mente alla realtà che si intende creare e darla per scontata, affinché abbia a manifestarsi nel mondo fisico.
Si tratta di far finta che la situazione desiderata sia già effettiva. Occorre contestualmente 'indossare' l'abito emotivo che avremmo se la situazione fosse in atto, cioè dobbiamo sentire una grande contentezza interiore e una profonda gratitudine per l'Entità Suprema che ha prodotto tale risultato.
In altre parole bisogna figurarsi nella propria mente in maniera realistica una scena che nella realtà fisica ancora non esiste e muoversi in essa come se fosse già reale.
Si tratta dunque di sognare ad occhi aperti, ma con la ferma convinzione che il sogno e’ già reale, tanto reale che già ci viviamo e ne godiamo tutti i benefici e i vantaggi..
Questa “finzione” deve essere mentalmente ripetuta più volte, possibilmente in uno stato di coscienza alterata, come nel rilassamento (onde cerebrali alfa o theta). Dopo un po' la realtà comincerà a modificarsi fino a che ci renderemo conto che - sorprendentemente - il nostro 'sogno' è già realtà.
La manifestazione nel mondo fisico esterno avviene in base al fatto che la coscienza crea la realtà, secondo la verità fondamentale che abbiamo imparato a conoscere.
Questo insegnamento ci è stato tramandato da numerosi maestri del New Thought, tra cui Joseph Murphy e in special modo Neville Goddard.
Anche la preghiera, realizzata con fede e attualizando la richiesta, obbedisce alle stesse leggi.

Nessun commento :

Posta un commento